Stefano Cera
Dario Colangeli
Frida Paolella

Gli Istituti Alternativi alla Giurisdizione Ordinaria

Collana: «Studi e Ricerche »
15,5 x 22 cm – pagg. 416 – 2007 € 44,00
ISBN 978-88
-7916-348-4

Questo libro è disponibile con download immediato anche in versione E-book

Acquista il libro Acquisto il Volume - Buy the book Scarica file pdf Get Acrobat Reader


 

 



ABBREVIAZIONI - PREMESSA — PARTE I - LA CONCILIAZIONE COME STRUMENTO ALTERNATIVO DI RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE - PRESENTAZIONE E RINGRAZIAMENTI - PREMESSA - 1. I PRINCIPI DELLA CULTURA NEGOZIALE: 1.1. Il conflitto - 1.1.1. Il conflitto economico - 1.2. I metodi di risoluzione del conflitto - 1.2.1. I metodi negoziali - 1.2.2. I metodi in cui la decisione è affidata a terzi - 1.2.3. I metodi di tipo extra-legale - 1.3. La negoziazione - 1.3.1. Definizione di negoziazione - 1.3.2. Le differenze con la transazione - 1.3.3. Il contributo della negoziazione e della conciliazione nella trasformazione dei conflitti - 1.3.4. La negoziazione "non scientifica". – 2. LA CONCILIAZIONE: 2.1. Premessa - 2.2. Le procedure di Alternative Dispute Resolution (ADR) - 2.2.1. La nascita delle ADR - 2.2.2. I vantaggi delle ADR - 2.2.3. La classificazione secondo il grado di intrusività - 2.2.4. Alcune forme di ADR nell'esperienza straniera - 2.3. Il ruolo della conciliazione all'interno delle ADR - 2.4. Definizioni - 2.4.1. La conciliazione come arte? - 2.5. Differenze tra arbitrato e conciliazione - 2.5.1. Procedura MED-ARB - 2.6. Mediazione e conciliazione - 2.6.1. La valutazione del conciliatore. – 3. GLI ELEMENTI ESSENZIALI DELLA CONCILIAZIONE: 3.1. Quando usare la conciliazione - 3.1.1. Quando non usarla - 3.2. Le caratteristiche della conciliazione - 3.2.1. E' una procedura volontaria - 3.2.2. E' una procedura nella quale si realizza la cooperazione nel conflitto - 3.2.3. E' una procedura riservata - 3.3. I vantaggi della conciliazione - 3.3.1. I vantaggi per le aziende - 3.4. La presenza dei legali. – 4. LA FIGURA DEL CONCILIATORE - 4.1. La formazione del conciliatore - 4.1.1. Il conciliatore deve essere esperto della materia? - 4.2. Le caratteristiche del conciliatore - 4.2.1. Facilitatore o valutatore? - 4.2.2. Le attitudini personali del conciliatore - 4.3. I requisiti del conciliatore - 4.4. Le attività del conciliatore - 4.4.1. Gestore del conflitto esistente tra le parti - 4.4.2. Facilitatore della negoziazione tra le parti - 4.4.3. Gestore della comunicazione tra le parti. – 5. LA PROCEDURA DI CONCILIAZIONE: 5.1. Generalità - 5.2. Le fasi della procedura - 5.2.1. La fase della preparazione della riunione - 5.2.2. La fase dell'avvio della procedura - 5.2.3. La fase del chiarimento e dibattito - 5.2.4. La fase della negoziazione assistita - 5.2.5. La fase conclusiva - 5.3. La presenza dei legali nella procedura di conciliazione - 5.3.1. La scelta della procedura di conciliazione quale strumento efficace di gestione e risoluzione della controversia - 5.3.2. Nella preparazione della conciliazione (la strategia da seguire, le tattiche per arrivare all'accordo, ecc.) - 5.3.3. Durante la procedura, attraverso il concreto supporto al proprio cliente - 5.3.4. Nella fase di stesura dell'accordo - 5.4. La conciliazione on-line. – 6. IL PANORAMA NORMATIVO ITALIANO: 6.1. La scarsa conoscenza delle ADR - 6.1.1. L'esperienza dei paesi europei - 6.1.2. Il "ritardo" italiano - 6.2. La conciliazione nelle leggi italiane - 6.2.1. Conciliazione giudiziale - 6.2.2. Conciliazione stragiudiziale - 6. 3. I progetti di Legge della XIV Legislatura (2001. - 2006) - 6.4. I lavori della Commissione Vaccarella - 6.5. Valutazione di sintesi. – 7. LA CONCILIAZIONE NELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO: 7.1. Premessa - 7.2. La conciliazione giudiziale - 7.3. La conciliazione stragiudiziale - 7.3.1. Gli organismi di conciliazione - 7.3.2. La riservatezza - 7.3.3. Incentivi all'utilizzo della conciliazione - 7.3.4. Approccio valutativo vs. approccio facilitativo - 7.3.5. Mancata comparizione della parte. – 8. CONCLUSIONI. — PARTE II - TRANSAZIONE E ARBITRATO - 9. LA TRANSAZIONE: 9.1. Definizione, caratteri e struttura - 9.1.1. La forma della transazione - 9.2. La transazione quale di atto di ordinaria o straordinaria amministrazione - 9.3. La transazione e il relativo rapporto sottostante - 9.4. La struttura della transazione - 9.5. La transazione e gli elementi accidentali del contratto: onere - 9.5.1. Condizione - 9.5.2. Termine - 9.6. La transazione stipulata prima della pubblicazione della sentenza - 9.7. La natura della transazione: la tesi della natura dichiarativa della transazione - 9.7.1. La tesi della natura dispositiva della transazione - 9.8. La transazione novativa - 9.9. Transazione nelle obbligazioni solidali - 9.9.1. La transazione soggettivamente parziale - 9.9.2. La transazione oggettivamente parziale (o pro quota) - 9.9.3. Gli effetti sostanziali della dichiarazione di volerne profittare - 9.10. La transazione solidale pro quota - 9.10.1. Frazionabilità dell'obbligazione - 9.11. La transazione generale e transazione speciale - 9.12. Deducibilità in oggetto - 9.12.1. Transazione su credito alimentare - 9.12.2. Transazione fatta su sentenza passata in giudicato. Transigibilità dell'azione di rescissione - 9.12.3. Capacità a transigere. La transazione su beni altrui - 9.13. La transazione e le obbligazioni naturali - 9.14. Transigibilità e filiazione naturale - 9.15. La transazione complessa - 9.15.1. La transazione complessa come contratto a causa mista - 9.15.2. La transazione quale contratto con oggetto complesso - 9.15.3. La transazione complessa quale collegamento negoziale - 9.16. Transazione divisoria e divisione transattiva - 9.16.1. Il criterio discretivo - 9.16.2. Le conseguenze della distinzione - 9.17. La prova scritta dell'avvenuta transazione - 9.18. Omologazione della transazione - 9.19. L'efficacia verso i terzi e il contratto a favore di terzo - 9.19.1. La transazione e il contratto a favore di terzi - 9.20. Transazione e diritto del lavoro (cenni). – 10. IL NEGOZIO DI ACCERTAMENTO: 10.1. Definizione e struttura - 10.2. Oggetto, causa, forma e trascrizione - 10.3. Distinzione con la transazione - 10.4. Negozio di accertamento e usucapione - 10.5. La perizia contrattuale. – 11. L'ARBITRATO: 11.1. Definizione; arbitrato rituale e irritale - 11.2. Capacità - 11.3. Compromesso e clausola compromissoria - 11.3.1. Il compromesso - 11.3.2. La clausola compromissoria. Natura, struttura e forma - 11.3.3. Capacità delle parti e limiti alla deducibilità - 11.4. Applicazioni particolari: cessione del contratto - 11.4.1. Contratto illegale - 11.4.2. Patti aggiunti o integrativi del contratto principale - 11.5. L'arbitrato irrituale quale arbitrato-transattivo e arbitrato-giudizio - 11.5.1. Il diverso regime delle cause di invalidità - 11.6. La clausola arbitrale c.d. binaria: struttura e problematiche - 11.7. La decisione secondo equità - 11.8. Nomina degli arbitri - 11.8.1. Responsabilità degli arbitri - 11.8.2. Nullità della nomina - 11.9. Sostituzione e ricusazione - 11.10. Procedimento e impugnazioni; ricorribilità degli arbitri alla Corte Costituzionale - 11.10.1. Questioni pregiudiziali di merito - 11.10.2. Efficacia del lodo - 11.10.3. Impugnazione del lodo. Questioni di legittimità costituzionale - 11.11. Le vicende processuali della sentenza arbitrale (lodo): impugnazione per motivi di diritto - 11.11.1. Erronea omologazione del tribunale - 11.11.2. Regolamento di competenza in caso di invalidità della clausola arbitrale - 11.11.3. Ipotesi di connessione tra giudizio arbitrale e giudizio ordinario - 11.12. La rilevanza della motivazione in sede di impugnazione del lodo - 11.13. La rilevanza del luogo dell'arbitrato - 11.14. Arbitrato e provvedimenti cautelari - 11.14.1. L'intervento della Corte Costituzionale - 11.15. Clausola compromissoria e esecuzione del contratto in forma specifica - 11.15.1. L'efficacia costitutiva del lodo - 11.15.2. L'inadempimento della parte compromettente - 11.16. Arbitrato e volontà testamentaria - 11.16.1. I diritti dei legittimari - 11.16.2. La natura della clausola arbitrale testamentaria - 11.16.3. Il rafforzamento della volontà del testatore. – 12. L'ARBITRATO NEL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO: 12.1. Premessa generale - 12.2. I limiti di applicabilità - 12.2.1. Clausola arbitrale societaria e compromesso; nomina degli arbitri - 12.2.2. Introduzione e soppressione della clausola - 12.3. Oggetto della clausola compromissoria - 12.4. La disciplina inderogabile - 12.4.1. Questioni pregiudiziali non compromettibili - 12.5. Il lodo: vincolatività degli effetti - 12.6. Arbitrato e provvedimenti cautelari - 12.7. I soggetti - 12.8. Arbitrato societario cumulativo o sostitutivo - 12.8.1. L'arbitrato nelle società che fanno ricorso al mercato del capitale di rischio - 12.9. La decisione secondo equità - 12.10. L'arbitrato economico - 12.11. Rapporti tra l'arbitrato e la conciliazione. — PARTE III - LA CONCILIAZIONE E L'ARBITRATO NELLE CAMERE DI COMMERCIO - 13. LA CONCILIAZIONE: 13.1. Premessa - 13.2. La legislazione italiana - 13.3. La legislazione europea - 13.4. (segue) La conciliazione on-line: l'esempio della Camera di Commercio di Ancona - 13.5. L'esperienza della Camera di Commercio di Ancona in materia di risoluzione alternativa delle controversie transfrontaliere: la Corte Internazionale dell'Adriatico - 13.6. La Conciliazione gestita dalle Camere di Commercio: aspetti organizzativi e vantaggi - 13.7. (segue) Il Regolamento unico di Conciliazione. – 14. ARBITRATO: 14.1. La legge n. 580/93. (art. 2, co. 6): portata innovativa (L'Arbitrato Amministrato dalle Camere di Commercio) - 14.2. Struttura giuridica delle Camere Arbitrali presso le Camere di Commercio. Linee direttive dell'Unioncamere per la loro costituzione - 14.3. L'Arbitrato Amministrato dalle Camere di Commercio - 14.3.1. Tipologie arbitrali - 14.4. Le garanzie dell'arbitrato amministrato - 14.5. I vantaggi più significativi dell'arbitrato amministrato dalla Camera arbitrale delle Camere di Commercio - 14.6. Procedimento arbitrale - 14.6.1. L'avvio della procedura: la domanda di arbitrato - 14.6.2. L'instaurazione del contraddittorio. La risposta delle parte convenuta - 14.6.3. La fase preliminare - 14.6.4. L'inizio del giudizio arbitrale. La trasmissione degli atti all'arbitro. La fissazione della prima udienza - 14.6.5. Gli atti della fase istruttoria. La conclusione del processo - 14.6.6. Il lodo - 14.7. Il Decreto legislativo 2. febbraio 2006, n. 40: le novità introdotte - 14.7.1. Profili critici della nuova disciplina dell'arbitrato introdotta dal D. Lgs. 2. febbraio 2006, n. 40. - 14.8. Arbitrato e Conciliazione a confronto - 14.8.1. Profili organizzativi concernenti: le costituende commissioni arbitrali e conciliative - 14.8.2. Profili organizzativi concernenti: la distinzione degli arbitrati per controversie tra imprese da quelli per controversie tra imprese e consumatori. – BIBLIOGRAFIA - SITOGRAFIA.

La crisi della giustizia nel nostro paese, dovuta a tempi lunghi, a costi sproporzionati e all'inadeguatezza delle soluzioni offerte dagli apparati giurisdizionali dello Stato, pone al centro dell'attenzione la necessità di soddisfare esigenze che rischiano di restare inevase e frustrate dalle strutture giurisdizionali ordinarie. Per tali ragioni, ed anche per i "diversi" contenuti che presentano rispetto al giudizio ordinario, negli ultimi anni sono stati potenziati gli studi di discipline alternative alla giurisdizione ordinaria, e il legislatore italiano ha recepito tale necessità prevedendo in molte leggi la possibilità (e, in molti casi, l'obbligatorietà) di procedere a tentativi di conciliazione finalizzati a fornire alle parti uno strumento idoneo alla risoluzione delle loro controversie in sede privata. Il volume intende analizzare gli "Istituti alternativi alla giurisdizione ordinaria" sotto diversi profili: nella Parte I, si illustrano le tecniche di risoluzione alternativa delle controversie, ossia le discipline che mirano alla negoziazione ed alla conciliazione quali "strumenti" di gestione costruttiva delle situazioni conflittuali, nell'ottica della salvaguardia degli interessi delle parti e del mantenimento del loro rapporto. Nella Parte II vengono invece approfonditi due istituti classici del nostro diritto (transazione e arbitrato) cercando di illustrarne e metterne a disposizione dell'interprete le molteplici potenzialità, ancora poco utilizzate, con particolare riferimento alla riforma dell'istituto dell'arbitrato nel nuovo diritto societario. Infine, nella Parte III, vengono approfonditi il ruolo e l'esperienza concreta delle Camere di Commercio che in tema di conciliazione e arbitrato si pongono, in Italia, come l'istituzione maggiormente attiva ed efficiente; particolare attenzione verrà inoltre prestata alla concreta esperienza della Camera di Commercio di Ancona in materia di conciliazione on line nonché di risoluzione di controversie di tipo transfrontaliero, in seguito alla costituzione di un apposito organismo denominato Corte Internazionale dell'Adriatico.

Stefano Cera, Formatore. Si occupa di teorie e tecniche di trasformazione dei conflitti, principi e tecniche di negoziazione, mediazione e conciliazione. Docente e relatore di programmi di formazione e aggiornamento. Per LED ha pubblicato Le sfide della diplomazia internazionale.

Dario Colangeli, Avvocato iscritto presso il foro di Pesaro dal 2002, si occupa prevalentemente di operazioni contrattuali e attività delle società di capitali. E' autore di testi e articoli in materia di diritto civile e commerciale; Responsabile della sezione "ADR e arbitrati", sito www.personaedanno.it.

Frida Paolella, Laureata in Economia. Si occupa di progetti internazionali e di cooperazione allo sviluppo presso la CCIAA di Ancona. Ha pubblicato alcuni articoli e contributi per la CCIAA di Ancona e per la sezione "ADR e arbitrati", sito www.personaedanno.it. E' curatrice della sezione sulle politiche comunitarie di Qui Economia.

 


—————————————————————————

Catalogo per Collane

I Manuali | Metodo | Materiali | Studi e ricerche | Esedra - Collana di letture | Strumenti | Colloquium | Le Antologie | LED Bibliotheca | Lingue e Culture | Lingue di oggi | Lingue e contesti | Traduzione - Testi e strumenti | Archeologia e Arte antica | Quaderni di Erga-Logoi | Biblioteca classica | Materiali per una Palingenesi delle Costituzioni Tardo-imperiali | Collana della Rivista di Diritto Romano | BFLR - Biblioteca di filologia e linguistica romanze | Palinsesti - Studi e Testi di Letteratura Italiana | Biblioteca Insubrica | Nomologica | Parerga Nomologica | Humanity by Design. Laboratorio di Antropologia Sociologia e Design della Comunicazione | Laboratorio teoretico | Etica e Vita Comune | Irene. Interdisciplinary Researches on Ethics and the Natural Environment | Psicologicamente. Collana dei Dipartimenti di Psicologia. Sapienza Università di Roma | Psychologica | ECPS - The Series | Strumenti e metodi per le scienze sociali | Quaderni di Storia del Pensiero Sociologico | Scienze Sociali | Comunicazione Mente Tecnologia | Languages Cultures Mediation. The Series | Il segno e le lettere. Collana del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture moderne dell’Università degli Studi G. d’Annunzio | Costellazioni | Le forme del sentire | Il Filarete. Pubblicazioni della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano | Cantar Sottile | Studi sull’istruzione superiore. Collana del CIRSIS. Università di Pavia | Istituto Lombardo. Accademia di Scienze e Lettere | Spazio Tesi | Piccoli Giganti Edizioni | Quaderni TaLTaC | Mots Palabras Words - Saggi | Problemata

—————————————————————————

Catalogo per Argomenti

Letteratura. Studi e testi | Storia delle arti e dello spettacolo | Scienze dell’antichità | Scienze della storia | Storia del pensiero politico e sociologico | Diritto - Storia e filosofia del diritto | Criminologia - Psicologia giuridica | Psicologia - Neuropsicologia | Storia del pensiero filosofico e scientifico | Estetica | Logica | Filosofia teoretica - Ermeneutica | Etica | Informatica umanistica | Scienze della comunicazione - Linguistica| Scienze della formazione | Strumenti per la didattica e per l’autoapprendimento | Lingue e Culture | Cultura - Società - Ambiente | Economia | Matematica - Statistica - Metodologia della ricerca sociale | Scienza e Tecnologia

—————————————————————————

Autori e Curatori

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L- M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - Z